06/01/11

L'Arte di Strada

I Suonatori Mediterranei a Taormina
Raccontiamo una semplice storia di due amici che da una necessita' hanno creato un nuovo lavoro e sono diventati artisti di Strada per scelta,nella strada, hanno trovato la loro strada,le loro Passioni,la loro vita e una grande amicizia.
Li abbiamo intervistati a Taormina dove si esibiscono da molti anni. La Storia dei Suonatori  Mediterranei comincio' dieci anni fa in provincia di Pavia:Eravamo i figli dell'emigrazione "ci racconta Giuseppe chitarrista e Cantante del Gruppo."che dal sud andava verso il nord Italia a Cercare la fortuna ma dopo vent'anni di lavoro,combattimenti e umiliazioni,purtroppo la fortuna al Nord, non l'abbiamo mai trovata"Dice Gianni "Mandolinista del Gruppo".
Giuseppe e Gianni Amici inseparabili, da quando erano ragazzini, nati e cresciuti negli stessi quartieri poveri di Catania,vivevano tutti i giorni insieme e insieme condividevano tutto. Ma il vero grande Amore, che avevano in comune era la Musica folk Siciliana e Napoletana:Giuseppe strimpellava la Chitarra e canticchiava e Gianni suonava la Chitarra.Giuseppe e Gianni vennero licenziati dal lavoro(adesso dicono meno male) Un giorno Giuseppe passando davanti a un negozio di strumenti musicali,vide un mandolino e volle fare nell'occasione di un compleanno di Gianni un Regalo. Lo compro'.(Era un strumento costruito in repubblica Ceca) e ceco e sordo era anche il Mandolino.
Aveva un suono talmente brutto che tutto sembrava fuorche un Mandolino,pero costava poco.
Quando Giuseppe porto' a casa il mandolino, Gianni resto' a guardarlo
per un po', con un espressione incredula, lo appoggio' sul tavolo e non lo tocco'.
All'indomani Giuseppe si sveglio' di primamattina e usci, mentre l'amico dormiva,quando ritorno'a casa lo vide che suonava il mandolino.
I suoi occhi erano cambiati. erano due scintille di luce.Si era innamorato di quel pezzo di legno Ceco.
Quel pezzo di legno,Divento'il suo amore,la sua espressione, la sua energia, la sua fonte di vita e di speranza.
E da questo punta comincia la loro prima esperienza come Artisti di Strada.
Coi pochi soldi rimasti,comprarono una chitarra e andarono a suonare in strada a Lugano sul lago, a quei tempi,(dice Gianni) sapevo suonare solo una canzone con il mandolino(Maria Mari') stupenda canzone napoletana famosa in tutto il mondo.
La gente si riuniva vicini a noi e ci metteva qualche franco svizzero che non valeva poco allora.
ci incoraggiavano e ci dicevano,(continuate questa e' la vostra strada).
Alla fine della giornata abbiamo fatto il cambio da franco svizzero a lira italiana e abbiamo contato 250.000 lire.
Ho pensato non e' male come inizio.
Andavamo spesso a suonare a Lugano e suonavamo sempre tutto il giorno la Stessa canzone "Maria Mari"' e abbiamo raccolto un po di soldi, ma purtroppo dormivamo in macchina( era nel periodo di Gennaio) e caso volle che quell'anno non c'era molto freddo.
A volte il caso ti aiuta a Sopravvivere.
Coi soldi che avevamo raccimolato comprammo un vecchio camper,che per noi era come se avessimo avuto la migliore villa del mondo, perche aveva un letto molto comodo.
Con Chitarra,Mandolino e la nuova casa viaggiante, Girando tutta l'Europa suonando nelle piazze di tante citta'Italiane e Europee,avevano trovato senza rendersene conto il loro Nuovo Lavoro.

I Suonatori Mediterranei.attualmente lavorano a Taormina dove abitano da sette anni e nel frattempo hanno Registrato il loro secondo CD Grażie Italia non Girano piu'con il Camper, ma e' la gente di tutto il mondo che viene a trovarli, nella loro meravigliosa isola, che avevano lasciato 20 anni fa' in cerca
di fortuna senza sapere che la fortuna c'e l'avevano sotto il naso e non la vedevano.
Se un giorno avreste voglia di fare una fantastica vacanża in Sicilia
Visitate Taormina,potrete ascoltarli tutti I giorni in piażża IX Aprile dove si esibiscono con Chitarra e Mandolino.







0 commenti:

Posta un commento